Cittā di Camposampiero

Scuole Battisti: patto di stabilità sbloccato per 575 mila euro

OK di Matteo Renzi, Camposampiero unico comune della provincia ad ottenerlo.

Il sindaco Katia Maccarrone: “Frutto di un lavoro silenzioso coordinato con il Ministero”

Si è fatta attendere qualche giorno, ma alla fine la conferma della deroga al patto di stabilità per le scuole “Cesare Battisti” è arrivata, con grande soddisfazione di tutta l’amministrazione e dei cittadini che vedono la luce in fondo al tunnel del cantiere delle scuole elementari avviato dal 2010. Il decreto, firmato il 28 ottobre 2014 dal Presidente Renzi, ma comunicato alla Giunta solo il 13 novembre 2014, prevede lo sblocco di 575.000 euro per ultimare i lavori. Camposampiero è tra i 50 comuni italiani ad avere ottenuto la deroga, unico nella provincia di Padova, in questa seconda fase, dopo che a maggio, la richiesta dell’amministrazione Zanon era stata rigettata. “Non è stata una passeggiata” ha dichiarato la Sindaca Katia Maccarrone “dopo l’esclusione abbiamo incontrato l’allora Sottosegretario all’istruzione Roberto Reggi per vedere se c’erano possibilità di rientro e grazie ad un lungo lavoro di pressione sugli uffici del Ministero, siamo riusciti a spuntarla. E’ stata premiata la capacità di lavorare e cooperare assieme tra Istituzioni di diverso livello, così come stiamo facendo con regione e provincia. In questi mesi, in silenzio, siamo stati in continuo contatto con gli enti superiori, partecipando a bandi e concorsi per ottenere finanziamenti per le scuole, le piste ciclabili, i corsi d’acqua, ma ora stiamo raccogliendo i primi frutti di quanto seminato”.
"Abbiamo mantenuto finora il massimo riserbo per non nutrire false speranze e per garantire l’esito positivo della nostra operazione, ora cercheremo di chiudere i lavori entro la prossima estate” ha poi aggiunto. Molto soddisfatto anche l’Assessore al Bilancio e alla Pubblica Istruzione, Luca Masetto, che ha spiegato come lo sblocco fosse “una premessa fondamentale per portare a termine i lavori, senza la quale non si sarebbe potuta fare alcuna previsione”.
“La deroga è importante non solo per le scuole, ma anche perché libera risorse che potranno essere concentrate su altre opere, come la pista ciclabile di via Corso che da tanti anni i residenti attendono” ha poi concluso.

Fonte: “Il Camposampierese” - Mensile della Federazione dei Comuni del Camposampierese - Anno VII - n. 10

http://italiasicura.governo.it/site/home/scuole.html