Novità per la provincia di Padova valida fino al 3 aprile COVID-19

Pubblicata il 09/03/2020

Si provvedono ad elencare in modo sintetico le principali novità che riguardano la Provincia di Padova, 'area a contenimento rafforzato', inserita, fino al 3 aprile nelle zone soggette alla disciplina dell’art. 1 del Decreto 8 marzo 2020, che sostituisce tutti i decreti precedenti:

SPOSTAMENTI: gli spostamenti in entrata e in uscita dalla provincia di Padova, ma anche all'interno della stessa, SONO CONSENTITI per
  1. COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE;
  2. SITUAZIONI DI NECESSITÀ;
  3. MOTIVI DI SALUTE;
Si allega un modello (all. A) che può essere stampato e compilato ed esibito nel caso in cui si venga fermati per un controllo e potrà essere controfirmato dagli agenti che eventualmente dovessero fermarvi.
Le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. Il trasporto delle merci è considerato come un'esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all'interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.
Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5°) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.
Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus.

SPORT: sospesi eventi e competizioni sportive di ogni genere, incluse le attività di sport di base ammesse con le cautele indicate dal decreto solo quelle professionistiche. Non sono più richiamate per la nostra provincia, a differenza di quanto previsto nel precedente decreto, le attività di sport di base che si considerano tutte sospese;

MANIFESTAZIONI ED EVENTI: sospese manifestazioni ed eventi in luogo pubblico e privato di qualunque tipo (chiusi ad es. cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi o scommesse, discoteche e locali equiparati);

SCUOLA E ASILI: sospesi servizi educativi per l’infanzia (consentita pulizia ambienti ed adempimenti amministrativi e contabili) ed attività didattiche in presenza in scuole di ogni ordine e grado; al fine di mantenere il distanziamento sociale, è da escludersi qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa;

LUOGHI DI CULTO: luoghi di culto aperti garantendo distanza di un metro tra le persone ma sospese cerimonie civili e religiose (compresi funerali);

PUBBLICI ESERCIZI: bar e ristoranti aperti dalla 6 alle 18 garantendo la distanza di un metro tra i clienti con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Se non è possibile garantire la distanza dovranno tenere chiuso;

ATTIVITÀ ECONOMICHE: le altre attività commerciali sono aperte ma garantendo la distanza di un metro tra i clienti con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Se non è possibile garantire la distanza dovranno tenere chiuso;

MEDIE STRUTTURE E CENTRI COMMERCIALI: nelle giornate prefestive e festive chiuse le medie e grandi strutture di vendita ed i negozi all’interno dei centri commerciali; nei giorni feriali deve essere garantita la distanza di un metro tra i clienti con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione, se non è possibile garantire la distanza dovranno tenere chiuso; la chiusura non riguarda farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari ma dovranno essere osservate le prescrizioni sulle distanze tra clienti;

ATTIVITÀ VARIE: sospese attività di palestre, piscine, centri benessere, centri sportivi, culturali, sociali e ricreativi;

ANZIANI E MALATI: evitare di uscire dalla propria abitazione se non nei casi di stretta necessità.
 
Si raccomanda a tutti i cittadini di seguire scrupolosamente queste disposizioni, la cui violazione è punita ai sensi dell’art. 650 c.p., oltre che dalle sanzioni amministrative previste per le attività commerciali.
 
Si fa appello al senso di responsabilità di tutti i cittadini di Camposampiero cercando di restare uniti in questo momento difficile che, solo insieme, riusciremo a superare. L’Amministrazione comunale è costantemente al lavoro ed in stretto contatto con tutte le Autorità, in primis sanitarie, impegnate in questa emergenza e terrà informati in tempo reale sullo sviluppo della situazione.
 
Il Sindaco
Katia Maccarrone

Allegati

Nome Dimensione
Allegato MODULO-AUTOCERTIFICAZIONE (All. A).pdf 320.22 KB

Categorie salute

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto